Un ippica chiusa su se stessa è la principale causa del disastro a cui assistiamo ormai da tempo, da anni. L’iniziativa che stiamo portando avanti in quanto Chavalier.net, va nella direzione opposta, quella di dare ampio spazio al mondo dei Tesio, dei De Montel, dei Pandolfi, dei Gaetano Benetti​, dei Camici, di grandi cavalli che si chiamavano Ribot, Nearco, Orsenigo, Sirlad, Tony Bin. Ben diverso da quello di oggi in cui domina la totale mediocrità tra gli uomini, e la broccaggine tra i cavalli. Per questo valorizzare le scuderie De Montel è far tornare il grande passato.

Chavalier.net sostiene il Liceo Leopardi e le iniziative del Fai per preservare e ricostruire le scuderie De Montel secondo la destinazione originaria di luogo dedicato ai cavalli, all’ippica e al mondo equestre Il servizio di Claudio Gobbi pubblicato oggi da Liberoquotidiano Il possibile recupero delle scuderie volute dal. Nobile milanese Giuseppe De Montel grazie a […]

via La battaglia per salvare le #ScuderieDeMontel, è là battaglia per salvare l’#ippica Italiana. — Chavalier.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.