#BadenBaden 1o giorno: oltre 5000 paganti.

Kinetic Cross.jpg

Nella foto Kinetic Cross a sx, vince il premio di apertura della stagione di Baden Baden

di Giorgio Bergamaschi

#BadenBaden – Ad #Iffezheim, secondo la ricetta del Board di Baden Racing, guidato da #AndreasJacobs, il convegno primaverile sta vivendo su un poker di giornate (30 e 31 maggio; 2 e 3 giugno) con il giro di boa di ieri, venerdì primo giugno, imperniato come tradizione vuole sull’asta di purosangue.

La vernice Nel pomeriggio inaugurale del #Früjahrsmeeting, gli spettatori paganti sono stati „solo“ 5.350, con il castrone di 5 anni Lord Roderick capace di assegnarsi la condizionata sul miglio, intestata al Freundeskreis Trophy (22.500 €). Il portacolori dello Stall Wo, che in realtà è un flyer fatto e finito, dopo una pausa agonistica piuttosto lunga ha sorpreso un po‘ tutti, ma non la sua trainer Sarah Steinberg: „Ero certa che allungandogli la distanza avremmo potuto raccogliere qualcosa di buono… Ed infatti, dopo questo „saggio“, insieme ai proprietari abbiamo deciso di mantenerlo sui 1600. Proprio in quest’ottica ho modificato il training del Lord“. Concetto ribadito anche dal jockey René Piechulek: „Il 5 anni ha perso un po‘ di quell‘esplosività, che ne aveva consigliato sin qui l’impiego tra i velocisti. Ora, questo rientro mi sembra bene augurante, soprattutto alla luce di come ha disposto di Clear For Take Off, il runner up capace di precedere Beau Reve“.

Il convegno s’era aperto con il successo del 4 anni Kinetic Cross, il favorito allievo del bavarese Werner Glanz (offerto a 27/10), montato dall’Olandese volante Adrie De Vries. Sorpresa invece sul traguardo del Preis der Parkwache, in cui la 9 anni Modina, estrema outsider, ha scherzato con gli avversari vincendo alla bella quota di 108/10, giocando il favorito Boy Charlton, salvatosi dal serrate di Tindorette.

Da registrare, in questo convegno inaugurale, le due vittorie del leading-jockey germanico #AndraschStarke. Il movimento delle scommesse è stato di 272.689 euro, di cui il 35% puntato dall’estero, con una media per corsa di 34.086 euro. Nulla di eclatante per Baden Baden, d’accordo, ma era la prima giornata ed il dato ha soddisfatto il presidente Andreas Jacobs ed il suo entourage.

40° Badener Meile

Il giovedì  con il „faro“ dato dal 40° Badener Meile. Se il prologo era stato beneaugurante, la replica appagante. Perché nel convegno dedicato alle famiglie, sono stati ben 13.500 gli animatori della “Mecca del galoppo tedesco“, che sembra avviata a siglare nuovi record già in questo #Frühjahrsmeeting che nel secondo convegno in un pomeriggio caldo e assolato ha visto trionfare il favorito  Stormy Antarctic (21:10), l’ospite più accreditato del 40° Badener Meile.  Nessun pensiero per questo sauro robusto/solido, molto equilibrato, che ci ha messo poco più di un amen per liberarsi del vincitore della scorsa edizione, Palace Prince. Dopo la corsa, il trainer Ed Walker ha affermato che „Abbiamo bisogno di una vittoria importante: già a tre anni il sauro ha vinto un premio facoltoso in Inghilterra, ma ora questa vittoria ci ha aperto nuove prospettive… Anche perché prima d’ora non ero mai stato in Germania“. Così il jockey di Stormy, il nord irlandese Pat Cosgrave: “Srormy Antartic è un soggetto duro, sia per „metterlo in corsa“ sia da acchiappare quando passa in avanti… E la lunghezza e mezza con cui ha disposto del diretto inseguitore lo testimonia, perché più quello cercava di avvicinarsi, più Stormy si staccava da lui“.

Alicante vince la Listed e convince, correndo all‘attesa

Il sotto clou della seconda giornata, la Listed Preis der Baden-Badener Hotellerie & Gastronomie sui2.200m ha visto una mezza dozzina di soggetti entrare in retta d’arrivo praticamente su di una linea,  ma nel rush Alicante  nell’insolito ruolo di estremo attendista (difende il celeste-rosso-oro del #GestütRöttgen), s’è aperto in un volo impressionante e dalle estreme retrovie ha risalito infinite posizioni metro dopo metro, piombando in prossimità del traguardo sul Fabre Palombe (colori quelli di Casa #Rotschild), che riusciva a mantenere il secondo posto sulla svizzera Sweet Soul Music. Il successo di Alicante è stata un’altra invenzione tattica“ di Adrie De Vries, in virtù della quale ha garantito agli scommettitori la quota di 152/10. Così De Vries al pesage, nel dopocorsa: „Sembra incredibile, ma quest’anno riesco a far volare soggetti inattesi“, mentre il trainer Markus Klug annuiva sorridente e felice, aggiungendo che „La tattica d’attesa non era stata preventivata, e bene ha fatto l’Olandese Volante a stare fuori dalla bagarre, per sparare quel gran finalone“.

ASTA del VENERDI –   Risultati in crescita per l’asta di Primavera della #BadenBadenerAuktionsGesellschaft

Ad Iffezheim parlavano di premesse incoraggianti per l’asta di primavera, ma ieri sera i volti dei responsabili della BBAG erano veramente radiosi. Sotto il martello del banditore sono passati soggetti forti di iscrizioni nelle più prestigiose corse riferite alle aste di purosangue tedesche ed alcuni di questi erano già sotto tiro da qualche tempo, da parte dei compratori più attenti.
Parallelamente all’edizione dello scorso anno, il prezzo mediano attestato sui 10.000 euro ha portato ad un volume totale di 522.700 euro, con una crescita del 26,5% 52 soggetti che hanno trovato acquirente sui 77 iscritti.

Così #CarolaOrtlieb, la direttrice della BBAG: “Mediante l’importante sostegno da parte degli allevatori che hanno presentato i 77 protagonisti dell’asta, abbiamo potuto non solo mantenere ma anche incrementare il profilo e la qualità di questa sessione bellamente “internazionale”, con un interessante portafoglio di acquirenti stranieri venuti qui, in riva all’Oos animando un mercato davvero già di per sé vivace”.

In sostanza, i puledri di 2 anni come al solito hanno animato un piacevole breeze up, che ha dato modo di apprezzare soggetti assolutamente di bello spessore. Il top-price è stato spuntato con 55.000 euro dal N° 22, una femmina da Maxios presentata da Philip Prevost Baratte, fortemente voluta da Stuart Bowman (Blandford Bloodstock). Questa puledra nel breeze up del mattino aveva letteralmente rubato l’occhio ed era stata acquistata da Prevost al Fährhof di Casa Jacobs a Sottrum, poco sotto Brema.

Secondo prezzo dell’asta quello spuntato da un maschio da Camelot presentato dall’ Huggan Bloodstock e acquistato per 49.000 € dalla RB Agency per un nuovo proprietario. Quindi, ecco

#AndreasLöwe accaparrarsi Burning Rose, presentata dallo Stall Moorbock. All’asta figurava iscritto anche Degas, un bel sauro del Gestüt Rőttgen, che nel Badener Meile di giovedì è arrivato quarto (non discosto) dal vincitore inglese Stormy Antarctic .

La prossima asta della BBAG avrà luogo il 31 agosto, in occasione della Grosse Woche.

Baden Baden .jpg

Nella foto, Baden Baden una grande festa per le famiglie

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.