Hamburg: Preis vom #GestütRöttgen – Hamburger Stutencup (L) – Siegerin: Alicante (nella foto).

Hamburg: Preis vom Gestüt Röttgen – Hamburger Stutencup (L) – Siegerin: Alicante

https://y2mate.com/it/search/Hamburg%3A%20Preis%20vom%20Gest%C3%BCt%20R%C3%B6ttgen%20-%20Hamburger%20Stutencup%20(L)%20-%20Siegerin%3A%20Alicante

di Giorgio Bergamaschi

Il Derby-day 2018 rimarrà indelebilmente impresso nel cuore e nella mente dei turfisti tedeschi come “il giorno dei record”. Accanto al Nastro Azzurro, infatti, ci sono state altre 11 corse divertenti e spettacolari, con eventi per velocisti, miler, intermediate ma soprattutto per soggetti versati alla distanza. Mentre una parte del turf globale contrae i furlong dalla distanza dei suoi eventi, la Germania invece va in direzione opposta. Cerca una sorta di “rifondazione del fondista”: è un argomento sul quale torneremo presto.

Un contorno al Derby di 11 corse: per flyer, miler, intermediate. Ma in Germania si punta a strutturare una sorta di “stayer moderno”

Oggi, su questo foglio elettronico, vogliamo intrattenerci ancora sul successo dello stud di Neumar nel Derby, completato nella giornata anche con la vittoria in una bella listed suli 2200 per sole femmine di 3 anni ed oltre. ll successo conseguito anche nel Premio intestato alla fondazione-allevamento-scuderia Rőttgen, in cui Markus Klug schierava Alicante ovviamente affidata dal lanciatissimo De Vries, la adice lunga sulla politica allevatoria della struttura fondata da Maria Mehl Mülhens.

Nell’arco di un fantastico programma di supporto al Nastro Azzurro con undici altre prove, ci sono stati fra gli altri il Memorial Rudolf-August Oetker – corsa della suite BBAG Meiler (52.000 euro, 1.600 m) – in cui con la bella quota di 220: 10 s’è affermato Alinaro, appartenente alla scuderia-consorzio “Dein-Rennpferd.de. Questa è una comunità di proprietari di Colonia, tra cui Jonas Schorfheide, che ha voluto raccogliere attorno a sé molti nuovi turffan ad un costo di 300 € a quota, e da Christoph Holschbach.

Ma torniamo alla Stiftung Gestüt Rőttgen, che si muove sull’asse Günthern Paul-Markus Klug-Adrie De Vries, protanonisti anche della prova per femmine sui 2200 sponsorizzata proprio dall’importante struttura ippica di Colonia.

Ha vinto Alicante, top weight, che s’è posta in scia alla frotta di avversarie percorrendo dal via metà della retta d’arrivo e poi la salita su quella di fronte, come se non stesse correndo… Poi, all’imbocco della curva di fondo, dove si entra dolcemente ma poi si galoppa per un arco esteso decisamente abbondante per poi affrontare un… “gomito” per entrare in retta d’arrivo, ecco che lì Alicante ha guadagnato lunghezze sempre in corda: profittando di alcuni passaggi interni e, all’approssimarsi dell’uscita dalla piegata, ecco la stoccata di De Vries: tutte le avversarie lavoravano sulla spalla interna, per rimanere in corda mentre Alicante, che venendo dalla fine del mondo effettuava l’imbocco in retta già lanciatissima, prendeva una traiettoria che in 150 metri l’avrebbe portata allo steccato opposto senza perdere velocità, mentre le altre erano costrette a manovrare…

Un lancio straordinario, a meno di 100 metri dal palo Alicante rispondeva alle sollecitazioni dell’Olandese Volante con un secco cambio di marcia, andandosene solitaria a traguardo in un crescendo rossiniano.

Insomma, l’imbocco in retta ad Amburgo non è come il Tattenham Corner di Epsom, certo che no… E però, la configurazione della curva e la progressiva discesa della retta d’arrivo insegnano che, avendo vocazione alla distanza ed entrando lanciati in retta per volare i suoi soli 500 metri di lunghezza, la “ricetta DeVries è davvero vincente”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.