#MauricedeGheest: #Guyon (Polydream), devant #Dettori (James Garfield).

arrivo-prix-maurice-de-gheest.jpg

Nella foto l’arrivo del #MauricedeGheest: Guyon (Polydream), davanti a #Dettori (James Garfield).

di Paolo Allegri

DEAUVILLE – Un gruppo 1 da 380 mila euro a Deauville, il Maurice de Gheest sui 1300 metri della pista dritta, meritava il focus della domenica del galoppo. Vittoria di Polydream, la tre anni da Oasis Dream in favorevole situazione ponderale che consentiva a Freddy Head di sellare il suo settimo laureato del Maurice de Gheest. Dettori ha provato a rubare il tempo con James Garfield, un outsider scattato velocissimo alla sgabbiata e subito in vedetta allo steccato opposto, nei confronti di Efaadeh e Wootton. Il pacemaker della prova pareva controllare tutti gli attacchi anche perché il favorito City Light, in buona posizione sui primi, non cambiava marcia nell’ultimo furlong. E perché The Tin Man e Librisa Breeze, altri due potenziali protagonisti, non avevano colto un buon segnale, costretti a galoppare nelle retrovie. Un ispirato #MaximeGuyon con #Polydream, molto seguita al gioco in virtù del bell’assunto nel Prix du Palais Royal, prendeva come punto di riferimento City Light e galoppando in mezzo alla pista, metteva la freccia ai 300 finali per rinvenire su James Garfield. Frankie tentava di organizzare la difesa ma l’assalto della pensionaria di Head era una raiosata imparabile per il coraggioso velocista in casacca gialla. Così Guyon poteva roteare la cravache verso la tribuna festeggiando questa vittoria di prestigio. James Garfield era netto secondo lasciando a distacco The Tin Man, in notevole risalita dalla retroguardia esibendo un finish di spessore. Schema analogo seguito da Librisa Breeze, finita con belle folate per il quarto posto e ritrovando il marcatore dopo qualche passaggio a vuoto.

Note genealogiche

Per quanto riguarda le note genealogiche, dobbiamo sottolineare che il sire della vincitrice #OasisDream è presenza costante della top five dei razzatori del Continente, con un buon score nel 2018 dove i suoi figli hanno conquistato sette pattern. Tra i suoi eredi spicca quella Pretty Pollyanna winner delle #DuchessofCambridgeStakes di gruppo 2 e gratificata dal #Timeform del rating più alto per una 2 anni in Europa. Si tratta di una famiglia che attraverso Green Desert e Danzig risale ai capostipiti #NorthernDancer, #Nearctic e #Nearco per una linea d’élite del turf mondiale, che ancora una volta, se ce ne doveva essere bisogno, ha confermato tutta la sua bontà e la capacità d’eccellere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.