#ScuderieDeMontel: insensibilità di #Maran, rischi di speculazione e snaturamento della loro missione #ippica.

Redazione

La Milano del Cuore in Mano nn esiste più? Sembra questa la nuova linea politico morale dell’assessorato alle opere pubbliche governato da Maran appartenente al Partito democratico di cui ha dimenticato la missione. Una scuola di Milano, il Liceo Leopardi vince il Torneo del Paesaggio del Fai a cui hanno partecipato bel 5000 istituti, viene premiato il 30 maggio dalla presidente onoraria e fondatrice del Fai Giulia Maria Crespi e dall’assessorato nemmeno una parola di congratulazioni, che so, una telefonata, un comunicato sul sito del Comune. Invece assolutamente nulla.

Ora veniamo al bando Reinventing cities che il comune di Milano ha lanciato nel gennaio 2018 per la ristrutturazione delle De Montel. Al di là della presunta necessità di questo strumento per ristrutturare l’edificio sorgono spontanee alcune domande.

1- il Comune di Milano aveva affidato la ristrutturazione a una società che ne voleva fare le Terme di Milano. La società poi per mancanza di fondi si è tirata indietro lasciando nell’abbandono e nella devastazione l’edificio. Quindi: ma chi paga per questo scempio? E perché il Comune nn è intervenuto denunciando alla magistratura quanto avvenuto?

2- il bando del Comune/Reinventing cities prevede che sia mantenuta l’originaria destinazione che quindi deve essere ippica, o destinata ai cavalli

Fatte queste considerazioni ci domandiamo perché i due progetti selezionati ne sia star data comunicato Fazion in periodo di ferie secondo una consolidata prassi che opera per nascondere piuttosto che essere comunicare.

Secondo, dei due progetti selezionati uno è proposto dalla Pessina spa e non se ne conosce il contenuto. L’altro prevede che venga edificato il TEATRO DELLE TERME: UNA VERA E PROPRIA FOLLIA

Infine il Comune ha in carico un progetto del Centro IPPICO LOMBARDO che dispone di tutte le coperture finanziarie e conforme all’utilizzo ippico delle scuderie.

Mi pare dunque che l’assessore abbia ampia materia su cui riflettere prima di operare nel senso di una snaturamento dell’edificio che è stato una gloria per Milano e tale deve tornare ad essere.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.