Ad #Iffezheim 160 soggetti sui 250 presenti hanno trovato acquirente. Due i top price, entrambi a 280.000 euro.

Schermata 2018-09-01 alle 22.26.09.png 

Venerdì movimentato nella Halle della BBAG, il teatro delle tre aste annuali

di Giorgio Bergamaschi

John O’Neil e Daniel Delius, i banditori s’asta tradizionali di Baden, ancora una volta hanno picchiato 14 volte il martello per licitazioni a 6 cifre.

Iffezheim – Sabato mattina, la BBAG (Baden Badener Auktions Gesellschaft) ha pubblicato la sua prima recensione sull’asta andata in scena ieri, venerdì. Quella di Baden è la più importante asta tedesca, che da decenni richiama puntualmente un pubblico tecnico internazionale. Di seguito, i primi dati ed un bilancio della Casa d’aste, circa i risultati conseguiti.

Quest’anno l’asta yearling s’è svolta nell’ambito di un clima più… fresco: sia in merito alle temperature sensibilmente calate dall’inizio settimana, sia perché la partenza è stata anticipata al mattino. Ciò non toglie che l’asta sia stata molto ben frequentata. Il risultato commerciale di venerdì corrisponde all’attuale tendenza internazionale: la solita grande folla internazionale di acquirenti è puntualmente giunta ad Iffezheim, ma rispetto agli ultimi anni si è comporta in modo più… sobrio.

Schermata 2018-09-01 alle 22.29.05.png

Nella foto di Marc Ruehl il mezzo fratello dello stakes winner Colomano

Con 250 cavalli presentati sul ring, 160 hanno trovato acquirente (63%) e hanno raggiunto un fatturato totale di 6.028.500 Euro. Il prezzo medio s’è attestato su 38.644 euro. È apparso subito chiaro che anche la qualità ha raggiunto un prezzo corrispondente. Nell’arco degli ultimi 14 anni, il martello del banditore ha raggiunto molto spesso licitazioni effettuate a sei cifre. I top price di ieri hanno raggiunto i € 280.000 €.

Schermata 2018-09-01 alle 22.32.16.png

La figlia di Sea the Star, aggiudicata per 280.000 euro

Una figlia di Sea The Stars con madre Queen Monami, offerta dallo Stall Etzean con il numero di catalogo 76, se l’aggiudicava Blandford Bloodstock attraverso l’agente Goffs, che operava anche per conto di Godolphin. Un altro agente per lo Sceiccone si accaparrava anche un maschio da Siyouni, presentato dal Gestüt Brümmerhof e anche questo per 280.000 euro.

La terza offerta più alta, tra le 160 aggiudicazioni, ha visto attivo e vincente sempre #Godolphin con 205.000 €, spesi per un maschio da #GoldenHorn allevato dal dr. #ChristophBerglar.

  • Nei prossimi giorni forniremo un profilo dell’asta più dettagliato

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.