Best Solution e Defoe gli inviati del Godolphin team, dopo la tappa di Baden (se positiva) punteranno all’Arc de Triomphe.

La Groβe Woche di Baden Baden verso la conclusione

di Giorgio Bergamaschi

Baden Baden – Alla fine, giunse il “D day”. Mancano ormai solo poche ore alla disputa del big event della Germania che galoppa. Con il Longines Grosser Preis von Baden, la Champions League tedesca raggiunge il suo “vertice”, cui è pari solo il Derby di Amburgo. Al via del miglio e mezzo saranno in 8, dopo il “no” di mercoledì sera sortito dall’entourage del derbywinner Weltstar.

Dall’Inghilterra arrivano due “blue-Godolphin” che in terra tedesca hanno già fatto terra… bruciata, e lo schieramento teutonico non ha maschi terribili: sarebbe un sogno se potessero contare su una Danedream o su una Borgia. Perle rare, e forse oggi l’apparenza è chiamata a contare più della (reale) sostanza.

La pattuglia tedesca non è davvero terribile…

C’è Iquitos (Eddy Hardouin), quarto nel Grosser Dallmayr Preis a Monaco, Klug aderisce con Dschingis Secret, sostituto di Weltstar ma per De Vries perso Weltstar Windsroβ sarà solo un ripiego. Del resto, senza un rientro dopo il Derby non era davvero pensabile l’ingaggio di Baden per il 3 anni del Rőttgen.

Insomma, davanti a Best Solution ed a Defoe, pare davvero molto sguarnito il campo tedesco per questa edizione. Opporre a Best Solution un Iquitos che ha vinto 7 corse in 23 uscite sembra un po’ poco, in realtà. L’allievo di Hans Jürgen Grőschel vince oltre 530.000 euro, ma è evidente che il 5 anni da Adlerflug non sia la prima lama di cui la Germania che galoppa ha bisogno in queste ore.

Dschingis Secret, pupillo di Horst Pudwill, è evidentemente un soggetto di ripiego per il top trainer Klug. Il detentore del titolo di “Cavallo dell’anno 2017” in realtà è esso pure non debitamente attrezzato per l’impegno; ha vinto l’Hansa Preis ad Amburgo, ma nel Longines Grosser Preis von Berlin è giunto solo quarto. E da mezzo fratello di Weltstar ne era uscito un po’ male. Dal canto suo, Klug un po’ si schermisce e asserisce che “il cavallo corre, ma per espresso desiderio del suo proprietario. E poi, per poter accampare qualche chance, avrebbe bisogno del fondo molto morbido sotto si suoi piedi. Ma, soprattutto, sono consapevole che Baden è una pista che il mio allievo non gradisce assolutamente”.

Defoe e Best Solution le soluzioni obbligate

Gli inviati speciali che dai quartieri inglesi di Godolphin sono sbarcati a Baden Baden ed in un certo senso stanno seminando il terrore. Cordialità, affabilità di facciata, ma la coppia non è arrivata per cambiare aria e questo, insieme agli esercizi di scioltezza che stanno compiendo, hanno messo non sul “chi va là” i tedeschi, ma piuttosto nell’atteggiamento rassegnato di chi vuol fare buon viso a cattiva sorte… Annunciata. Best Solution (Pat Cosgrave) i tedeschi lo conoscono da oltre un anno, quando era stato runner up di Iquitos nel Grosser Dallmayr Preis. I Blues di stanza in Inghilterra lo hanno aspettato e il tempo ha dato loro ragione. Quest’anno il Best ha vinto un Gr. II a Newmarket e poi ha conquistato il Longines Grosser Preis von Berlin, uno degli anelli della German League.

L’altro ospite, Defoe – che non è allievo di Bin Suroor ma di Roger Varian -, avrà in sella il nostro Andrea Atzeni e affina la condizione nel Grosser Preis, perché il suo vero obiettivo è Parigi, dove punterà all’Arc. Del resto, con Marienbad il leam dello Sceiccone partendo con la vittoria nel Grosser Preis aveva effettuato medesimo percorso: vincente! A maggio, il portacolori di Mohammed Obaid Al Maktoum è stato terzo nella Tattersalls Gold Cup (Gruppo I). Per lui, Roger Varian afferma che “puntiamo all’Arc, e qui speriamo che il terreno possa essere abbastanza morbido, perché in caso contrario le cose per Defoe si complicherebbero un po’”.

Non pare credibile un’impennata di Windstoß, ed è difficile la partita anche per Night Magic

Dopo aver detto di Iquitos e Dschingis Secret, e poi osservato il profilo dei due temibilissimi invaders, resta da dire di Night Magic e soprattutto di Windstoß. La femmina dello Stall Salzburg (Oisin Murphy) è la punta dell’allenatrice Sarah Steinberg, una… donna con le palle che ha preferito Baden alla trasferta a York. Dopo 5 vittorie di cui l’ultima nel Gran Premio di Milano, la 30enne signora di Monaco tenta il salto importante con la mezza sorella di Night Magic, 8 anni fa capace di vincere sul traguardo del Grosser Preis von Baden.

Windstoß (Adrie De Vries) nel 2017 ha vinto il Derby, è un soggetto di qualità ma all’ultima uscita nomn ha particolarmente brillato. Che sia stata solo una… farsa? Può essere, ma non è nello stile Klug. Sicché, suller sue reali condizioni la pista di Baden sarà l’unica, domani, a poter dare la risposta più rsauriente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.