Bagnaia Jumping: così la prima giornata di gare.

GuidoFranchi©Lazzeroni.jpeg

Redazione

Bagnaia, 2018 – Sono state cinque in totale le gare che hanno segnato l’apertura del Bagnaia Jumping 2018, un concorso internazionale a 1 e 2 stelle che fino a domenica occuperà il campo verde a ridosso del Royal Golf La Bagnaia, a Murlo, solo 12 chilometri da Siena.

I protagonisti delle competizioni odierne sono l’estratto della migliore equitazione e hanno dato vita a uno spettacolo di sport perfettamente equilibrato sia per la tipologia di evento sia per il luogo che lo ospita.

In ordine cronologico, le gare hanno esordito con la C115 del Csi1* intitolata a Lebole Gioielli. A imporsi sul campo partenti di 53 binomi è stato Ferdinando Mazzei in sella a Voske. Alle sue spalle, in seconda posizione Camilla Jourdan in sella a Gorgonzola, mentre al terzo posto si è inserita Maria Francesca Garcia – figlia d’arte – con Adlerfaenger.

La seconda gara della giornata è stata la C120 Conad, sempre per l’ingaggio monostella, ed è stata un’amazzone francese a fare la ‘voce grossa’ della categoria. Anne Marie Pingard in sella a Spicy d’Bonneville ha messo in fila dietro di sé Daniela Bonollo con Furbella, seconda classificata e Camilla Machetti su Rockman de l’Abbaye.

Per la prima categoria del 2 stelle, la C135 Magniflex, il più veloce e netto agli ostacoli è stato Guido Franchi, neo Campione italiano Young Rider, su Une Sunheup Z. Franchi ha fermato il cronometro su un tempo di 54.09. Diretto inseguitore è stato Bryan Mascenti con Branthis, che ha portato a termine l’ingaggio con un tempo di 55.30. A chiudere il podio di questa categoria è arrivato infine Natale Chiaudani con la femmina Kwpn Carola (55.78).

Nella categoria ‘grossa’ del 2 stelle, la C145 Barberino Outlet, il senese doc Guido Franchi in sella a Quixotic Dc è salito, per la seconda volta nella giornata, sul gradino alto del podio. Guidi (figlio del capitano dell’Istrice, ndr) tra i primi a partire, ha fermato il tempo a 61.47. Un altro nome caro a Bagnaia per il secondo posto nella classifica di questa categoria: Emilio Bicocchi. In sella a Call Me ha stabilito il secondo miglior tempo, chiudendo in 62.89. Terza piazza giocata a fine categoria per Paolo Adorno con Fer ZG. Con il suo percorso da 63.76, l’ultimo della gara, ha scalzato da un risultato ormai pressoché acquisito Roberto Arioldi, appena fuori dal podio in sella a Dundee v/h Marienshof.

La categoria che ha chiuso la giornata è stata la C130 Equick. Sotto una pioggia battente, a primeggiare sul folto campo partenti è stato Emilio Bicocchi con Rondine del Terriccio. Nella categoria mista, ha messo a segno un doppio zero agli ostacoli in 35.49. Alle sue spalle, sempre netto sulle barriere ma appena più lento, Robert Bernasconi su Ukelle du Talus, che ha fermato il cronometro a 35.67. A completare il podio è arrivato poi l’austriaco Dieter Köfler con Farah Diba, 0/0 penalità in un tempo di 39.17.

Accanto alle gare del Bagnaia Jumping 2018, intrattenimento e divertimento per tutti. A partire dal piacevole villaggio commerciale, per arrivare al tradizionale battesimo della sella, un’occasione preziosa per avvicinare i bimbi ai pony. Senza naturalmente scordare il grande concorso a premi per il pubblico al quale si può partecipare semplicemente imbucando il coupon presente nelle pagine di Qn/La Nazione nelle urne a bordo campo. L’estrazione avverrà al Bagnaia Jumping domenica pomeriggio.

Info: www.labagnaiajumping.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.