Night Music, imbattuta in Italia, tornerà per il Jockey Club.

Nel riquadro d’apertura la genealogia a tre generazioni di Night Music

di Paolo Allegri

L’analisi genealogica e le prospettive della vincitrice del “Federico Tesio”

Eugenio Colombo: grazie alla paternità di Sea The Stars il suo valore attuale è di 1 milione di Euro

Domenica scorsa la tedesca Night Music ha vinto il ‘Federico Tesio’ di gruppo 2, confermando il suo feeling con la pista di San Siro dove è imbattuta in cinque uscite, tra le quali il Gran Premio Milano. La grigia di Sarah Steinberg, nata il 13 marzo 2013 presso il Gestut Etzeaw, ha un pedigree classico con distanza d’elezione i 2400 metri. La linea paterna, con genitore il laureato dell’Arc e top sire internazionale Sea The Stars, attraverso Cape Cross/Green Desert e Danzig affonda le sue radici nel sangue pregiato di Northern Dancer. Fuoriclasse dei razzatori il cui nome è presente anche nella linea femminile della laureata del Federico Tesio come padre di Northfields, purosangue americano padre della terza madre. La madre della cavalla tedesca che ha ormai le chiavi di San Siro, visto il suo eccezionale rendimento sulla pista della verità, è quella Night Woman dal profilo particolare. In corsa è apparsa quattro volte, senza vincere. Un secondo e terzo posto e una carriera agonistica limitata che le è ha consentito in razza di trasmettere fresca e piena di energie nervosa la qualità stalloniera dell’eccezionale Monsun. La progenie di Night Woman conta su 9 prodotti tra i quali una cavalla di rango come Night Magic. La figlia dell’irlandese Sholokhov vinse le Oaks tedesche nel 2009, fu seconda nel Lydia Tesio e quarta nel Jockey Club. La sua top performance anche in termini di Racing Post Rating (114) fu il successo a Baden Baden sui 2400 metri del Grosser Preis Von Baden quando lasciò a una lunghezza e tre quarti un performer del calibro di Quijano, ben noto anche da noi come due volte laureato di un Milano allora di gruppo 1. Dunque è da questa carta genealogica che è partita la carriera di Night Music, apparsa in condizioni di freschezza al tondino del gruppo 2 che ricorda il genio piemontese e il cui successo su un egregio Presley è stato premiato dal Racing Post con una valutazione di 109, top della carriera per l’erede di Sea The Stars. Nel dopocorsa Sarah Steinberg ha individuato nel Jockey Club il prossimo target della sua allieva. L’espansione tecnica e atletica della grigia autorizza a salire un altro gradino, condizione necessaria per ascriversi il neretto del 2400 autunnale milanese che per le ultime due edizioni ha espresso uno standard di 114 con un paio di libbre in più per le edizioni 2014 (Dylan Mouth) e Lovelyn, una dei 5 inviati tedeschi che hanno vinto il Jockey dal 2004 e nell’elenco ci sono Shirocco, Schiaparelli, Novellist e Earl Of Tinsdal, nomi di alto profilo in un’epoca in cui il Jockey Club esprimeva quei primi quattro necessari per un rating da gruppo 1 consolidato. L’impressione e’ che alla luce dell’attuale condizione atletica e della carta genealogica, che fissa nel miglio e mezzo la distanza attitudinale, sia nelle corde della figlia di Sea The Stars una galoppata da protagonista assoluta nel prossimo Jockey. A rafforzare la convinzione anche il giudizio espresso dal suo fantino Alexis Badel, una volta sceso di sella. “E’ una gran cavalla e migliora con più distanza. Sul percorso ha patito la poca andatura ma con il passare dei metri in dirittura si è distesa bene e ha espresso il suo potenziale”. Rispetto alla sorella Night Magic la progressione della carriera è differente. La consanguinea fin dalla stagione delle tre anni impresse la sua leadership alla generazione spiccando poi il volo per una carriera internazionale d’alto livello, confermata anche da anziana.Invece, Night Music ha più il profilo della tardiva, con una gestione della sua carriera mirata secondo la filosofia di training teutonica – riferita alle femmine, patrimonio della razza come future madri da conservare integre – e approdata solo in una seconda parte di carriera ai grandi palcoscenici. Una tabella di marcia influenzata anche da quella difficoltà ad esprimere subito il potenziale tecnico-atletico tipica delle prime annate dei Sea The Stars, oggi invece esplosivo con la sua progenie fin dagli albori di una carriera.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.