La giornata del #GranPremiodelJockeyClub Milano 21 ottobre. Un meeting per poveretti organizzato da poveretti. #Merano unico ippodromo vero del Paese.

di Claudio Gobbi

Sette corse in programma a San Siro nella giornata del Jockey Club. In palio tra tutte le corse, 1.098.900, quanto di una sola corsa a Longchamp nell’Arc, quella dedicata ai purosangue arabi.

Ma non c’è vergogna per il Mipaf e per i dirigenti di San Siro?

Questa ippica nazionale e milanese è sostanzialmente finita. Anche i termini di partecipazione dei cavalli, dove i programma offere solo soggetti di terza categoria internazionale se va bene.

Gli appassionati ricorderanno che il Jockey fu corso non solo dai mostri sacri del galoppo italiano, #Molvedo, #Ribot, ecc. Ma anche da vincitori di Arc  che qui concedevano la rivincita ai battuti. Epico il duello tra Balmerino (secondo di Arc) e Stateff (di Lady M), in cui vinse il secondo. Oppure quella battaglia epica tra Carrol House e Tony Bin su cui costrinsero Gaucci a mettere in sella quello che veniva considerato un “mostro”, Gianfranco Dettori. Che si fece battere da Roakarad della Scuderia Gabriella di Zanocchio, su cui Heloury scappò via e non lo prese più nessuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.