Tutte le foto più belle di Straight Egyptian World Championship (appuntamento organizzato in ottobre dal Gruppo Morali & C a Vermezzo-Milano) in ottobre, e il servizio apparso sull’ultimo numero di Arbiter.

Nelle foto in particolare Nayla Hayek CEO di Harry Winston, la prestigiosa casa di gioielli che fa parte del gruppo Longines.

di Claudio Gobbi

Il servizio apparso sul numero di ottobre di Arbiter

Fu un amore a prima vista quello tra il Bonaparte è il purosangue arabo, da cui fu folgorato durante la Campagna d’Egitto scegliendolo poi come sua cavalcatura prediletta. Probabilmente si trattava di un soggetto di linea egiziana il cui custode da sempre è Al Zara, l’allevamento di Stato egiziano in cui si trovano tuttora i libri genealogici dei purosangue che risalgono a centinaia di anni fa. Era così nota la predilezione di Napoleone per questa razza, che nel 1802 il Sultano ottomano Selim III gli vece dono di El Vizir, uno stupendo esemplare, tutt’ora conservato a Les Invalides.

Le origini di questa razza risalgono alla notte dei tempi. E furono purosangue arabi a dare origine al purosangue inglese, i cui nomi sono scolpiti nelle genealogie di tutti i grandi cavalli che oggi solcano le piste da corsa di tutto il Mondo, da Epsom a Longchamp, a Keeneland a Newmarket, a Dubay, a Dhoa.

Milano con il prestigioso Straight Egyptian World Championship, appuntamento organizzato in ottobre dal Gruppo Morali & C, riservato ai cavalli arabi di linea egiziana provenienti da tutto il mondo, ha voluto rendergli omaggio portando al Pala Jumping Show di Vermezzo, gli allevamenti delle Case Reali di tutto il Medio Oriente, e dei maggiori stud internazionali. In 85 hanno accettato l’ingaggio. Puledri di un anno, yearlig di 18 mesi, fattrici, stalloni. Tutti belli, bellissimi, nevrili, eleganti. Cavalli che mai hanno conosciuto e mai conosceranno la sella perché il loro compito è quello di essere protagonisti di queste sfilate in cui viene decretato il campione assoluto per ogni categoria e i due, un maschio e una femmina, che fino al prossimo anno saranno celebrati in questo speciale olimpo dei cavalli. Non senza furiose e spesso plateali battaglie fra i loro proprietari.

Un club esclusivo composto da soli 300 purosangue in tutto il Mondo. Su cui è impresso il sigillo di Harry Winston, di cui Nayla Hayek è diventata l’amministratore delegato a maggio 2013, pochi mesi dopo che Swatch Group aveva acquisito la società. Poi nel maggio 2014 il gruppo si rendeva acquirente del più grande diamante blu del mondo: The Winston Blue.

Diamanti puri e cavalli dalla pura genealogia. É così che Harry Winston, il brand per eccellenza nel mondo dei gioielli, è divenuto lo sponsor della manifestazione con un investimento pari a 1 milione di euro tra premi in palio e organizzazione dell’evento. E non a caso perché Nayla Hayek, possiede uno dei maggiori stud del Mondo. Una passione coltivata da oltre quarant’anni che la accomuna alla sua grande amica, Haya bint al-Husain, principessa di Giordania (consorte di Mohammed bin Rashid al Maktoum,, Principe del Dubay) e già presidente della Federazione equestre internazionale che abbandonò Rolex per scegliere Longines, che ha permesso a Nayla  di proporre il brand non solo in questo ambito esclusivo, ma anche di porre il marchio Longines, di cui fa parte Harry Winston, su tutte le principali manifestazioni mondiali dedicate al cavallo, dal Derby di Epsom agli internazionali di salto ostacoli.

Con 60 purosangue di linea egiziana, tra i più selezionati, non teme confronti. A Vermezzo ha presentato Hanaya Amirah che ha stravinto nella categoria giovani femmine. Una passione totalizzante questa per i purosangue arabi? <No, condivido questo amore con l’altra mia grande passione, il mio lavoro. che assorbe l’altra parte importante della mia vita. Anche se vorrei dedicare ai miei amati cavalli molto più tempo>.

Nayla, ha frequentato da sempre il mondo del cavallo, montando anche in concorso ippico con ottimi risultati. Un feeling speciale che oggi si traduce nell’amore e nella passione per questi purosangue dalla grande genealogia e morfologia. Immancabile pertanto l’intervento come sponsor a Vermezzo, dove oltre a gioielli esposti ha messo in palio oggetti di grandissimo valore. <Non c’è un cavallo più amato degli altri – ci dice -. Ma c’è un cavallo prediletto in ogni parte della vita>. <In famiglia – afferma – con una punta di rammarico, solo mia madre, purtroppo, condivide questa mia passione. Ho amato i cavalli già in giovane età. Quando ero piccola, lavoravo per potermi permettere l’acquisto di un pony. Poi sono diventata giudice internazionale per i purosangue arabi>, di cui, è il caso di aggiungere, ha una competenza assoluta. In scuderia ha oltre 60 purosangue tra maschi, femmine, fattrici e puledri. La sua attività di allevatrice di cavalli ed esperta di cavalli egiziani aiuta il gruppo a costruire e mantenere rapporti con il Medio Oriente che è la regione dove sono concentrati i maggiori allevamenti di cavalli purosangue arabi e di Straight Egyptian e dei loro facoltosi proprietari.

PARTE AL-THANI

Tra le scuderie partecipanti a questa edizione, quelle di Al Shaqab ed al Rayyan, Al Zobair Stud H.E. Sheikh Abdulla Bin Mohamed Ali Al-Thani, Hanaya Stud di Nayla Hayek, Dubai Stud H.E. Sheikh Mohammed Bin Rashid al Maktoum. Ma il mattatore di questi mondiali dedicati al purosangue arabo di linea egiziana, è stato H.E. Sheikh Hamad Bin Al Al-Thani, un grande appassionato di purosangue arabi che recentemente ha sponsorizzato durante il meeting dell’Arc de Triomhe a Parigi-Longchamp l’omonimo gran prix riservato ai purosangue arabi con una dotazione di 1 milione di euro.

A questa keremesse milanese il principe arabo che possiede in Qatar una scuderia di 1000 esemplari di questa razza, ha voluto rendere omaggio al più amato, il vincitore di innumerevoli show internazionali: Famad al Rayyan. Come Pegaso il mitico cavallo alato è sceso dal cielo chiamato dal principe suo mentore. Ma le sue ali non erano di piume ma della materia con cui sono fatte quelle del jet di Sheikh Abdulla Bin Mohamed Ali Al-Thani con cui è giunto direttamente dal Qatar. Famad al Rayyan è stato presentato a Vermezzo per l’ultima volta in uno show. Un omaggio di Al-Thani a questo cavallo oggi dodicenne, per dare significato al profondo legame che li unisce. Sheikh Abdulla Bin Mohamed Ali Al-Thani è il responsabile per la famiglia Al-Thani degli stud della Casa Reale del Qatar. Una ricchezza infinita ma una altrettanto modestia cosi come dev’essere per un principe. Grandioso, imponente nella sua maturità lo stallone, tenuto alla longe dallo stesso Al-Thani, si è più volte alzato sulle zampe posteriori a dimostrazione di potenza e bellezza di questo discendente diretto dei purosangue arabi di Maometto. Purosangue arabo o purosangue inglese? <Il primo è parte della nostra cultura, un simbolo>, afferma Al-Thani. <Il secondo è un cavallo che possiamo definire professionale per il tipo di impiego, le corse a cui viene destinato>. Lo sceicco ha vinto per due volte negli scorsi anni con la cavalla Treve, acquistata dalla trainer Criquette Head per 10 milioni di euro, il Gran Prix de l’Arc de Triomphe. <Ora è in allevamento in Francia e ha già prodotto due puledri che presto entreranno in pista. In Francia, ci siamo affidati per l’allenamento dei cavalli a nostro personale che opera su un totale, per ora, di 50 soggetti altamente selezionati>. L’Italia, in ogni caso è una delle nazioni predilette. Incredibile, ma vero, nei pressi di Bergamo, e in Toscana sono situati due allevamenti che ospitano gli amati purosangue arabi.

La manifestazione di Vermezzo, fa parte delle iniziative di Barbara Morali, che con l’omonima società è il primo operatore equestre italiano. Laurea in economia, dopo aver diretto il maneggio di famiglia ad Arenzano, ha fatto un salto di qualità acquisendo il Pala Jumping Show di Vermezzo, una imponente struttura unica a Milano che permette lo svolgimento di manifestazioni di grande prestigio internazionale.

  

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.