La scomparsa di #MilBorromeo. Uno di noi.

Schermata 2019-03-25 alle 19.06.21.png

E’ stato uno dei pochi allenatori a vincere un gruppo 1 con un cavallo allevato e allenato in Italia, il Prix d’Ispahan con Prince Kirk, con cui poi fu secondo nel Jean Prat e terzo nell’Ornano. Con De Sica vinse il Derby italiano di galoppo.

di Claudio Gobbi

Mil Borromeo, rappresenta l’ultimo esempio di quella borghesia milanese – e italiana – che fu artefice della costruzione del Paese. E per la quale le corse, e il cavallo da corsa purosangue erano una nobile professione cui dedicarsi. Dopo il ritiro di questi ultimi tra cui Gaetano Benetti, Ibido, Donati, Manfredini, tanto per citare alcuni di loro ancora nella memoria dei più e personaggi della grande ippica, sono subentrati personaggi senza alcuna cultura, ex uomini di scuderia, per i quali il cavallo da corsa è divenuto un mero strumento di sostentamento e solo da sfruttare. Faceva parte dell’ultima generazione di appassionati, cultori del cavallo nella sua più nobile delle espressioni, la corsa.

Un abbraccio commosso di tutti noi di Chavalier.net alla mamma, Totò Badini

Il ricordo di Giorgio Bergamaschi

Mil Borromeo non è piu’. Se n’è andato in silenzio, con la signorilità che l’ha sempre contraddistinto. Non ha avuto malattie di sorta… No, Mil è entrato improvvisamente in coma, a seguito di un improvviso malore, laggiù in Marocco. Le sue condizioni erano subito apparse critiche, per via della violenta emorragia cerebrale patìta. Poi è sopraggiunta la morte. E pensare che nel suo ultimo viaggio a Casorate Mil era apparso persino ringiovanito, col piglio fiero e il sorriso di sempre.
E invece…Addio, Mil. Conoscerti è stato un privilegio. Per chiunque in questi ultimi 40 anni abbia avuto la chance di incrociare il proprio cammino con il tuo! Ma… proprio tu… e adesso. E’ terribile, non ci si può credere! Ti ho nel cuore, perché hai sintetizzato nel modo migliore l’ippica degli anni Settanta. Ora, in una sorta di ricongiungimento familiare, sei con nonno Emilio Badini e il tuo caro fratello, anch’egli prematuramente scomparso Ti ricordo con affetto, Mil, davvero.
Da ragazzo, ti prendevano molto i giochi in brughiera, con le corse simulate assieme ad Adriana Felli emulando gli adulti in sella…
Poi, era venuto il tempo della liaison con Gianpietro Mozzati e dei walzer infiniti tra Merano e Monza, Torino, Firenze e poi Roma, Grosseto, Pisa e su, fino a Treviso, prima di ritornare a Merano. Un carosello infinito.
Si’, da ragazzo davi spettacolo in sella, da uomo hai dato lustro al turf tricolore dalla cabina di regia, sellando progetti interessanti e campioni autentici. Su tutte, la tua vittoria più bella impressa nella mente e nel cuore è però quella del tuo grigio Fandango nel Nazioni, in cui – dopo una retta testa a testa – con un guizzo d’orgoglio hai strappato la vittoria a #FredyGang, in sella alla saura Rainbow Jet, di sua moglie #VerenaFuchs.

E’ stato, quello, uno dei Nazioni più combattuti ed appassionanti.
Mil caro, porta il nostro abbraccio a Marco (Rocca), che con te ed Andrea (Donati) ancora fortunatamente vispo fra noi, è stato il “terzo moschettiere” della Merano più bella di sempre, la Merano cui la grande Kuca (Olga Roaldi) aveva dato impulso, portando da Le Querce saltatori e cavalieri di rango. Ciao Mil, ora voi che ci precedete, tessete un’azione propizia all’ostacolismo da lassù. Siete in molti, liberi da una biologia che nell’etere non ha più senso: ora, aiutate il cavallo sportivo e quello da ostacoli in particolare. Voi, che lo avete onorato fino all’ultimo sulle piste e nello stile di vita.

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.