King George 2019: è nata una leggenda. Enable di Paolo Allegri (video).

Lanfranco Dettori come Lester Piggot, entra nella storia dell’ippica mondiale.

Davvero particolare l’arrivo della corsa. Enable è una figlia di Nathaniel, lui stesso come la figlia vincitore di King George, appartenente a Lady Rothschild, la quale è la proprietaria del secondo arrivato che invece nasce da Sea The Star (CG).

Schermata 2019-07-27 alle 17.23.40

Schermata 2019-07-27 alle 17.24.56.png

E’ stata una battaglia memorabile tra due giganti. Crystal Ocean allo steccato, Enable ai suoi fianchi. La dirittura di Ascot sembrava non finire mai, quel traguardo che avrebbe dovuto separare i due magnifici campioni, dando un verdetto, pareva spostato.

E’ stata una corsa epica che ha ricordato Grundy/Bustino, andatevi a leggervi i tweet postati poco dopo la corsa dai maggiori corrispondenti inglesi di corse dei cavalli. Emozione, trepidazione, la consapevolezza di aver assistito a qualcosa di straordinario. Essere lì, su quel campo, su quelle piste che si distendono in ampi spazi, con saliscendi e tribune affollate, moltiplica le emozioni.

Ti rapisce il cuore una corsa del genere che ti ha fatto palpitare ad ogni attimo infinitesimale in cui Lanfranco Dettori dà un tocco di cravache e la Campionessa che una Nazione intera spinge verso il traguardo passa in vantaggio. Ma poi stai con il fiato sospeso quando vedi quel degno erede di Sea The Stars portare le sue vagonate di classe diamantina, riparte, rilancia il guanto di sfida questo Crystal Ocean stratosferico, con James Doyle.

E’ spettacolo puro, è l’ippica, questa. Nel tempio i due guerrieri, i più forti al mondo per i periziatori internazionali, lei la Regina di otto gruppo 1, approdata ad Ascot sullo slancio di 10 vittorie consecutive, lui il titanico laureato delle Prince of Wales’s che gli handicapper hanno consacrato leader con 127 libbre di valutazione, al netto del sesso 1 libbra sopra Enable, rating di 123. Si lotta fino in fondo per il titolo della corsa faro di tutta l’estate, quella che alla vigilia veniva venduta come una sfida apertissima e lo è stato. Anche se l’anima popolare ha messo i denari sulla laureata di Arc  vincitrice anche in America, che ha chiuso a 2 contro 5. L’ultimo furlong è ancora testa a testa, Frankie decide di non dare una corsa dura alla sua, non usa più la frusta. Prende lieve vantaggio, non stacca ma trionfa Enable, una testa di margine su uno stoico Crystal Ocean. La Campionessa ha emulato la grande Dahlia, che nel 1974 con in sella l’immenso Lester Piggott bissò il successo del 1973. Al terzo posto il Fabre Waldgeist, di cui Frankie aveva preso la scia sulla retta di fronte quando davanti il quartetto irlandese menava la danza su ritmo vibrante. Abilmente Lanfranco aveva tolto dai parziali Enable, facendola galoppare in quart’ultima posizione coperta. Ma su un tracciato come quello di Ascot è notorio che se vuoi venire a casa devi muovere prima della curva. Così il fantino italiano, prima che finisca la dirittura di fronte, fa la mossa decisiva. Tira fuori l’allieva di John Gosden dalla scia di Waldgeist e va a galoppare proprio alle spalle di Crystal Ocean, il grandissimo avversario di una corsa fantastica, all’altezza della sua grande storia.

Schermata 2019-07-27 alle 17.26.45.png

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.