Asta SGA 21 settembre🏇Un catalogo sontuoso con un figlio di Australia, è il vincitore di Epsom. Da ammirare una femmina da Sea The Star.

Un catalogo di assoluto pregio quello dell’Asta Selezionata del purosangue che andrà in scena all’ippodromo di San Siro nel meeting del Federico Tesio. E che dopo anni è stato presentato a Deauville la scorsa settimana.

Di Paolo Allegri
Un catalogo sontuoso, quello dell’importantissima vetrina degli yearlings, l’asta Selezionata del purosangue che vedrerà sfilare sul ring, all’ippodromo di San Siro, i futuri campioni. L’occasione sarà quella del meeting del Federico Tesio di galoppo, il prossimo 21 settembre. Una rassegna di eccellente livello, in grado di attirare i compratori stranieri, che già dall’elenco degli stalloni rappresentati desta interesse.
Ci sono prodotti di Australia, l’erede di Galileo che vinse il Derby vero, quello di Epsom, e quello del Curragh. E’ in razza dal 2015 e per darvi qualche coordinata un laureato di Prix di Calvados, di gruppo 2, come Beyond Reason è uno dei suoi primi vincitori in neretto.
Se cercate un cavallo da Parioli andate su un yearling da Sakhee’s Secret, il padre di Out Of Time che ha trionfato sul miglio delle nostre Ghinee.
Volete un potenziale leader dei due anni capace di essere al top anche a tre anni e allungare la distanza? Allora indirizzativi su un figlio di Paco Boy, il Desert Style al quale dobbiamo il fantastico Mission Boy.
Seta pregiata quella che sfilerà davanti agli occhi dei compratori nell’atteso rendez-vous costruito attorno alla giornata di corse che a Milano ricorda il geniale piemontese.
Per chi ama le cavalle da Elena ecco che il catalogo ci rimanda ai prodotti di Mujahid che ci ha dato Act Of War, la laureata del miglio rosa della Capitale ma anche un Cleo Fan che seppe emergere in quella corsa ancora bella e qualificante che è il Presidente.
Per chi ama avere in scuderia una puledra precoce ecco Zebedee, il grigio da Invincibile Spirit. Ha dato Buonasera, una laureata di Tudini, e Charline Royal, che ha vinto l’Aloisi. Per una cavalla che se la gioca in pista dritta dunque segnate sul catalogo un bel rampollo dal grigio.
C’è anche una top class in questo parterre de roi di riproduttori rappresentati in questa Selezionata che Sga ha promosso anche nello scorso week end a Deauville. Il tema è quello di attirare potenziali acquirenti inglesi e irlandesi proponendo cavalli molto adatti alle loro corse. Ci sono profili da velocisti come Acclamation, Arcano, Bated Breath, le novità Belardo, Bobby’s Kitten e Buratino, che a Milano presentano i loro primi prodotti, stalloni già affermati come Camacho, Casamento (il sire della dormelliana Lamaire, la nostra Oaks winner), Dark Angel, il grigio da Acclamation che con la sua progenie fa collezione di corse di gruppo (7 di gruppo 1 e altrettante di gruppo 2).
Poi quelli in interessante evoluzione come un ancor giovane Dawn Approach, in razza dal 2014 e con un laureato di gruppo 2 e uno di gruppo 3 nella sua produzione.
Tra le colonne dell’allevamento internazionale Danehill Dancer, che dal 1997 ha generato ben 22 purosangue con lo status di vincitori di gruppo 1, Lope de Vega, il sauro da Shamardal, in pista attivo dai 1400 ai 2000 metri e  i cui suoi eredi hanno messo nel carniere già nove pattern di gruppo 1.
Un altro top è Elusive City, cinque gruppi 1 e cinque corse di gruppo 2 nella sua produzione che conta anche la vincitrice del nostro Dormello Punta Stella. Altri razzatori con riferimenti solidi con la forma italiana citiamo Poet’s Voice, il Dubawi che ha dato Summer Festival, Poeta Diletto, Mi Raccomando e Voice Of Love, cui aggiungiamo un’altra garanzia come Desert Prince, sire in razza dal 1999, con una progenie che si è ascritta tre corse al massimo livello e tre di gruppo 2.
Tra i winners in neretto i ben noti ai nostri appassionati ed operatori Spirit Of Desert(Parioli), L’Indiscreta (Carlo Chiesa) e Douce Vie (Piazzale). Se nelle ultime stagioni di San Siro siete rimasti affascinanti dalla grinta di un cavallo come Greg Pass andate su uno yearling da Raven’s Pas, ormai un sire internazionale. Se eravate un tifoso di quel magnifico grigio di nome Kaspersky, beh in questa rassegna ci sono i figli di suo padre, quel Footstepsinthesant che è un fior di razzatore, con sei laureati di gruppo 1 e dieci di gruppo 2 nella sua produzione.
Tra i nostri stalloni in piacevole e costante crescita di risultati occhio a Le Vie Infinite. Erede di Le Vie Dei Colori, dunque classe a livello internazionale, correva dai 1200 e ai 1400 e non sta sbagliando un cavallo. Da prodotti da buone corse, ad esempio Armageddon che ha vinto una prova come lo Sbarigia che ogni anno cresce di appeal.
All’asta si va per comprare un sogno. Una suggestione è senz’altro quella di una figlia di Sea the Stars. E’ la numero 76 del catalogo. Datele un occhio perché al di là del sire la madre è quella Snowfield che ha dato un laureato di Ambrosiano e Giubileo come Voice of Love e un vincitore di D’Alessio come Time Chant. Come vedete, Milano, città sempre immersa in un futuro che è già qui, ha capito che anche la nostra vetrina del purosangue doveva fare un salto di qualità. Allora, chapeau, amici della Sga.  
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.