WEMPE 99ᵃ German 1.000 Guineas: la 3 anni di Johnston vince di grinta e forza la classica di Düsseldorf

Nella foto: Main Edition (dx) contiene l’affondo di Axana (Foto Marc Rühl)

Düsseldorf – WEMPE 99. German 1000 Guineas

Gr. II – Per femmine di 3° – 1.600 m125.000 € Terreno: buono Tempo: 1:36,46

Non c’è stato nulla da fare: i traguardi delle classiche tedesche rimangono saldamente in mani inglesi. Una settimana dopo la debordante invasione dalle Isole britanniche (6 inglesi ed un irlandese) che ha inondato il traguardo di Colonia dal primo al settimo posto, è toccata a quello di Düsseldorf… Dopo le 2000 Guineas De, le Mehl-Mülhens-Rennen, è stata la volta delle WEMPE 99ᵃ German 1.000 Guineas, con l’allieva di Mark Johnston Main Edition (5,8:1) imbattibile dopo una retta d’arrivo disputata a fruste alzate, con le prime tre capaci di concludere ad una sola incollatura una dall’altra… Axana, la più accreditata delle tedesche, non ha mai perso di vista l’inglese, rimasta in terza ruota, sempre all’esterno ed in seconda posizione dal termine lella retta di fronte: bene al largo, per non subìre qualche impasse all’imbocco della ingannevole retta d’arrivo, che si apre a seguito del ruvido gomito d’uscita dalla piegata conclusiva.

Il rush è stato veramente emozionante, vissuto all’insegna di una lotta spietata a tre, con l’ospite entrata al comando in retta dopo un’accelerazione venendo al largo dall’uscita della piegata, subito aggredita al suo interno da Axana sulla quale Eddy Pedroza le ha provate tutte, per agganciare l’invader. Dal canto suo anche Shalona, punta di Grewe, non ha mollato neppure per un tempo di galoppo la presa e Main Edition è stata veramente da applausi, per come ha reagito ad ognuno dei plurimi tentativi operati dalle duemmigliori tedesche in campo. Sul traguardo, Axana doveva accontentarsi del secondo posto ad un’incollatura dalla vincitrice sulla quale Joe Fanning deve aver lottato e mulinato di braccia e cracache in perfetta apnea, in quei 45b secondi conclusivi, sintesi di una tattica perfetta e vincente. Ma la runner up, Axana, è uscita a testa alta dal confronto così come Shalona, estremamente aggressiva e tenace, che solo nelle ultime battute s’è resa conto che la sdua era una lotta per il secondo posto, sfumato sul traguardo per un collo abbondante, lì in corda, all’interno di Axana.

Per Mark Johnston s’è poi trattato dell’uno-due, perché Main Edition è stata la quarta inglese di fila a sfilare vincente sul traguardo del Grafenberg, così come per il suo trainer s’è trattato del secondo successo a seguire, un anno dopo quello di Nyaleti.

Per Main Edition 70.000 Euro e un neretto importante

Nonostante il gap dell’estremo numero di gabbia, all’esterno di tutte, Main Edituion ha compiuto un’abile conversione, poi ha risposto alle sollecitazioni di Fanning prendendo la scia Axana e ben presto sulle due s’è affacciata anche Shalona e ben presto s’è compreso che la lotta per la visttoria era ristretta alle tre summenzionate, sia per i due elastici sfoderati dall’imbocco della retta ai 250m metri successivi in cui hanno fatto severissima selezione, alla quale è sopravvissuta Best on Stage del Gestüt Brümmerhof che non ha però retto allo sgancio finale delle prime, adeguandosi a 2 lunghe e mezzo dietro la portacolori della Scuderia Lucky Owner. L’ospite Main Edition se ne torna Oltremanica con una borsa di 70.000 euro e un valore in razza che cresce, dopo due successi in Gr 3, cui ha fatto seguito la classica tedesca di oggi che ha portato il suo portafoglio a 220.947 euro.

Il trainer Mark Johnston visibilmente soddisfatto

Così l’allenatore della vincitrice: „La mia allieva già a due anni vantava un’eccellente condizione, ed aveva portato a casa ben due corse di gruppo. Noi abbiamo voluto presentarla anche nelle 1000 Ghinee inglesi, ma devo ammettere che allora la sua preparazione non era ancora al top. R però, proprio la classica casalinga le ha dato quegli atout in più, che oggi l’hanno fatta andare veramente forte. Main Edition è un soggetto in pieno divenire e ritengo che per lei dovrò studiare un programma veramente di alta sartoria, da qui all’autunno. Ho gioia di aver vinto con lei, oggi, anzi la gioia è doppia perché ricorderete che anche lo scorso anno ho portato qui la vincitrice, Nyaleti, che poi s’è espressa ad eccellenti livelli”.

Molto composto il fantino Joe Fanning: „Non ho mai avuto problemi con Main Edition, men che meno per il numero di gabbia, davvero infelice. Lei è una cavalla svelta e agile, dove la metti sta e fa con la massima serena obbedienza ogni cosa che le si chiede”.