Grande polo a Villa a Sesta: Amadeus Polo Team vince il Kings Polo Master. Riccardo Tattoni consegna la coppa al team vincitore (video della finale).

Gli sponsor

Schermata 2019-07-01 alle 17.16.24.png

Schermata 2019-07-01 alle 17.21.46.png

Nella foto, La premiazione del torneo vinto da Amadeus Polo Team.

Aspettative confermate, domenica sera al Polo Club Villa a Sesta di Bucine (Arezzo), in quella che è stata un’avvincente finale del Kings Polo Master, il prestigioso torneo che ha catalizzato l’attenzione degli appassionati di questa antica disciplina per ben dieci giorni (dal 20 al 29 giugno).

L’intenso match decisivo, che ha visto confrontarsi Amadeus Polo Team e Mangroovy Polo Team, è stato infatti caratterizzato da giocate altamente spettacolari per tutti i cinque chukker (tempi di gioco) regolamentari tanto che alla fine le due squadre si sono ritrovate con parità di punteggio, 8 a 8. Per assegnare la vittoria è stato quindi necessario un sesto, ulteriore, chukker giocato con la formula del ‘golden goal’.

Ad avere la meglio sugli avversari, è stato Amadeus Polo Team grazie ad una punizione trasformata in rete dall’argentino Santiago Marambio.

La coppa challenge in palio è stata dunque consegnata da Riccardo Tattoni al team vincitore formato dal capitano l’austriaco Robert Kofler, da sua figlia Koko, e dai due straordinari professionisti argentini Santiago Marambioe Bautista Bayugar. Quest’ultimo, con i suoi 8 goal di handicap già il più atteso giocatore del Kings Polo Master, è stato anche premiato come il miglior polo-player del torneo.

 Raggiante in premiazione il capitano di Amadeus, Robert Kofler: “La finale contro la squadra egiziana di Mangroovy, che difendeva peraltro la vittoria realizzata lo scorso anno, è stata un banco di prova molto difficile. Il nostro team, considerata la mia presenza e quella di Koko, 24 anni, la più giovane delle mie tre figlie e l’unica appassionata di polo, ha due soli professionisti contro i tre di tutte gli altri e questo vuol dire molto in termini di risultato. L’adrenalina è salita a livelli massimi quando abbiamo chiuso in parità e siamo dovuti tornate in campo per il golden gol. Siamo un team molto unito perché giochiamo quasi sempre con la medesima formazione.”

Robert Kofler, 63 anni, si è trasferito in Sud America (Argentina e Uruguay) e trascorre il periodo estivo in Europa (i suoi cavalli sono ospiti durante l’inverno al Polo Club Villa a Sesta) per partecipare ai più importanti tornei in calendario. “Il programma estivo di questa stagione 2019 prevede la presenza di Amadeus Polo Team anche in Austria, Germania e Svizzera. Mi piace moltissimo venire a giocare in Italia. La prima volta è stata già nel 2008, nella Gold Cup Costa Smeralda, a Porto Cervo, per un torneo che ho avuto la soddisfazione di vincere. L’impianto di Villa a Sesta è veramente straordinario dal punto di vista tecnico, tra i migliori in Europa ma sicuramente il top per la combinazione di gentilezza e ospitalità che riserva a giocatori, addetti ai lavori, famiglie e pubblico”.

 Mangroovy Polo Team è uscito comunque a testa alta dalla finale anche se per il quartetto formato dal capitano, l’egiziano Mohamed El Sewedy e dagli argentini Segundo Condesse, Marcelo Pascual e Francisco Menendez de Elia – lo stesso vincitore del torneo nel 2018 – rimane il rammarico per non essere riuscito a bissare il successo dello scorso anno.

 “È stato un torneo particolarmente ben riuscito, aperto nel risultato dalla prima all’ultima partita con una finale davvero emozionante” ha detto Mohamed El Sawedy creatore a Il Cairo di Kings Polo Academy, impianto che ha un gemellaggio speciale con Villa a Sesta. “Tutto è partito e continua nel segno di un bel sogno ispirato a Villa a Sesta. Per la progettazione del Kings Polo Academy siamo partiti cinque anni orsono grazie al supporto avuto da tutto il team dei professionisti di Villa a Sesta, la famiglia Menedez e il polo manager Juan Bozzi in primis. L’unione con Villa a Sesta prosegue ora con lo scambio di partecipazione delle nostre squadre nei tornei. In Egitto lo sport del polo sta avendo un grande incremento, in particolare tra i giovani, e ci prepariamo ad ospitare un primo  importante torneo il prossimo ottobre dove ovviamente sarà in campo anche una squadra di VAS.”

Schermata 2019-07-01 alle 17.22.14.png

Nella foto una fase di gioco.

 Al Polo Club Villa a Sesta ieri si è concluso anche il Trofeo Pineider vinto da Amanara Polo Team. La squadra composta dalla capitana, l’olandese Nicky Sen, e dagli argentini Ignacio Kennedy, Santiago Chavanne e Tomas Iriarte e ha così guadagnato anche il terzo posto nel Kings Polo Master.

IL VIDEO DELLA FINALE

Clicca qui per rivedere la finale del Kings Polo Master su Polo Line TV

VAS – Polo Club a Villa Sesta

Nato nel 2000, è uno tra i migliori polo club Europa. Sin dall’inizio ogni singolo intervento è stato progettato e realizzato con attenzione meticolosa alla tecnica, all’impatto ambientale, al benessere di cavalli e giocatori.

VAS dispone di tre campi da polo a norma internazionali (tutti in erba Tifton) ed un campo pratica, tutti  all’avanguardia sia per livello tecnico che per la struttura. Il campo principale, il n.1, misura mt 260 x 140, il campo n.2 misura mt 245 x 120 ed il nuovo campo ‘Sorleone’ misura mt 276 x 150. Le dimensioni del campo pratica sono mt 120 x 70.

Il campo ‘Sorleone’, inaugurato nel 2017, oltre ad essere il campo più grande d’Italia, è adiacente ad un piccolo lago circondato di piante, location ideale per l’organizzazione di eventi e momenti di relax dei dopo partita.

Una tribuna in marmo travertino sul campo n.1 ed un’area ricettiva coperta ed attrezzata di oltre 100 mq, con raffinato lounge bar a centrocampo, rendono Villa a Sesta Polo Club sede ideale ed impareggiabile per i tornei internazionali. L’evento più importante ospitato nell’impianto, oltre al Play Off Europa dei Mondiali nel 2011, sono stati i XII FIP European Polo Championship – Quantocoin Cup organizzati con grande successo nel 2018.

I risultati

Schermata 2019-07-01 alle 16.55.12.png

Azienda Agricola Tattoni Villa a Sesta Spa

L’azienda è ubicata nell’incantevole scenario delle colline senesi, nel cuore del Chianti Superiore, tra Siena, Firenze e Arezzo. Si sviluppa in un territorio di antiche origini etrusche, presso le sorgenti dell’Ombrone senese, ed è un antico e pittoresco borgo sulla strada provinciale del Chianti fra San Gusmè ed il Castello di Brolio, nel comune di Castelnuovo Berardenga (Siena). L’Azienda, dispone di attrezzature all’avanguardia e vanta un’importante produzione agricola. Opera, seguendo le più antiche tradizioni toscane legate alla vocazione del luogo, nei settori vinicolo e olivicolo. La proprietà si estende per più di 1100 ettari di terreno, di cui 55 destinati a vigneto specializzato.

Annunci