Le grandi storie di Chavalier.net. Bricks and Mortar, acquistato da Eugenio colombo per Shadai Farm (video Arlington Million).

Nella foto di apertura Eugenio Colombo a dx con Nelson Bunker Hunt

 

Eugenio Colombo, Il maggiore brooker degli Stati Uniti ha acquistato per Shadai Farm di Teruya Yoshida, il cavallo per la farm del giapponese.

Schermata 2019-09-08 alle 15.53.18.pngMolto interessante la genealogia con un inbreed 3×3 su Storm Bird e innesti di VAGUELY NOBLESEATTLE SLEW, BLUSHING GROOM, 

di Santorre di Santarosa

Bricks and Mortar, sotto lo sguardo dei proprietari giapponesi che ne hanno acquistato i suoi diritti riproduttivi, ha conquistato una vittoria nella 37a edizione dell’Arlington Million XXXVII (G1T) lo scorso 10 agosto all’Ippodromo internazionale di Arlington

Durante la corsa, il figlio di 5 anni di Giant’s Causeway ha dato all’allenatore Chad Brown la storica soddisfazione di aver vinto consecutivamente tutte le cinque corse disputate.

La storia di un cavallo che sembrava finito ed è ornato alla grande

Non male per un cavallo la cui carriera è quasi finita prima che abbia avuto la possibilità di diventare un campione.

Bricks and Mortar era stato messo fuori gioco alla fine del 2017, quando era stato sottoposto a un intervento chirurgico per grave problema al garretto. È stato curato in Florida ed è tornato alle corse nel dicembre 2018, vincendo la sua prima gara a Gulfstream Park. Da allora ha collezionato cinque vittorie aggiuntive.

<È un cavallo fantastico>, ha detto il comproprietario Seth Klarman di Klaravich Stables, che possiede il cavallo con Bill Lawrence prima della vendita alla Shadai Farm. <Chad, (il trainer ndr) lo ha preparato con un lungo training per farlo tornare ai grandi livelli. Chad e il suo staff hanno corso in modo straordinario. È stata un’esperienza straordinaria>.

Alla domanda se la questo tour de force di Bricks e Mortar potrebbe portarlo a essere nominato Horse of the Year, Klarman ha detto: <Penso che ci sia una possibilità. Non voglio andare. Ma penso che potrebbe farcela>.

Bricks and Mortar, con Irad Ortiz Jr. in sella, si è risparmiato fino in curva. Ma quando Ortiz ha dato lo ha chiamato, Bricks e Mortar hanno risposto con una spinta potente calcio completando 1 1/4 miglia in 1: 59.44 in corso.

Klarman ha dichiarato che l’obiettivo ora è portare Bricks and Mortar al 2 novembre alla Longines Breeders ‘Cup Turf (G1T) a Santa Anita Park. <Qualunque cosa accada – ha detto – dipende dall’allenatore>.

I diritti di riproduzione di Bricks and Mortar sono stati venduti alla Shadai Farm di Teruya Yoshida in Giappone, come riportato nella settimana precedente da BloodHorse. Sia Yoshida che l’agente Eugenio Colombo, erano ad Arlington per vedere di persona Bricks and Mortar.

Ecco cosa ha detto Eugenio Colombo

<l signor Yoshida non aveva visto il cavallo – ha detto Colombo – E voleva dargli un’occhiata di persona>.

Yoshida, raggiante dopo la vittoria, ha detto che ha grandi speranze che Bricks e Mortar. Continua così la lunga storia dell’influenza degli Stati Uniti nel settore dell’allevamento giapponese. Di recente Shadai ha perso Deep Impact, figlio di Sunday Silence e padre dominante in Giappone per un decennio, a causa di una frattura della colonna cervicale. Ha detto Yoshida: <Siamo molto ansiosi di averlo in Giappone>. <Siamo tristi nel vederlo lasciare il paese>, ha detto Brown di Bricks and Mortar. <Ma ho già avuto a che fare con il signor Yoshida e so che sarà in buone mani e sarà trattato bene>. Ma prima c’è la questione della Breeders ‘Cup.

Annunci