Il vino della settimana. #Gutturnio di #CastellodiLuzzano

 

             Il #Gutturnio di #CastellodiLuzzano

  “ROMEO”

                 GUTTURNIO CLASSICO RISERVA D.O.C.

2018_ROMEO lt.0,75 modificata 09.03.2019 (1)

 STORIA DEL VINO: il #Gutturnio è il vino più antico e famoso dei Colli Piacentini. Il nome gli deriva da una tazza d’argento di origine romana- il “#Gutturnium”- trovata nel fiume Po agli inizi del 1800. E’ stato tra i primi vini d’Italia ad ottenere la D.O.C. ( 1967), ma già nel 1941 era considerato vino pregiato.

 IL NOME: ROMEO è un omaggio agli antichi vignaioli di Luzzano. Nell’assegnazione in terzeria dei vigneti fino agli anni ’60, i nostri contadini riuscivano sempre ad “accaparrarsi” i vigneti migliori grazie alla loro grande esperienza. Romeo era uno di questi: vignaiolo, giardiniere e grande ballerino di valzer. Sempre allegro, ha lasciato un ricordo vivo ed affettuoso. Così gli abbiamo dedicato questo #GutturnioRiserva che ci ricorda la storia dell’Azienda. Gli è stata creata un’etichetta che è anch’essa parte di Luzzano. L’immagine è, infatti, il disegno del cancello in ferro battuto all’ingresso della corte. I colori blu, oro e nero sono quelli della linea “Luzzano 270” di cui fa parte.

 VITIGNO: uvaggio di #Barbera 60% e #Bonarda 40%. Vigneti di raccolta: alt. 270 mt.

 VINIFICAZIONE: Le uve, raccolte a mano e vinificate separatamente, al loro arrivo in cantina vengono diraspate e pigiate..Il succo ottenuto viene posto in fermentini di acciaio, dove resta in macerazione sulle bucce fino a totale esaurimento degli zuccheri. Dopo la fermentazione malolattica, il vino è posto in piccole botti di rovere francese, dove matura per almeno un’anno. Dopo l’imbottigliamento si affina per altri 12 mesi in bottiglia.

 CARATTERISTICHE: vino di grande eleganza e perfetta armonia ha un colore granato intenso e un profumo elegante e complesso in cui si fondono leggere note boisé e quelle vinose tipiche dell’uvaggio. In bocca è pieno e morbido con tannini che dolcemente accompagnano tutta la degustazione.

 COME SERVIRLO: stappato qualche ora prima di servirlo e scaraffato per una leggera ossigenazione.

ABBINAMENTO: accompagna tutte le carni rosse, arrosto o affumicate, selvaggina, formaggi stagionati.

CONSERVAZIONE: ben conservato, a bottiglia coricata, durata oltre 10 anni.

 RICONOSCIMENTI OTTENUTI:

Romeo 2003 = Gran Menzione – 21° Concorso Enologico Internazionale – #Vinitaly –

Romeo 2007 = Robert Parker rating 92+ Menzione di eccellenza – Guida A.I.S. “Emilia Romagna da bere e da mangiare”

Romeo 2010 = Luca Maroni punteggio 89 “Annuario dei migliori vini italiani 2014”

                       #WineEntusiast 2013 punteggio di 88/100

Romeo 2011= Menzione di eccellenza – Guida A.I.S.“Emilia Romagna da bere e da mangiare2014/15”

Romeo 2013 =Menzione di eccellenza – Guida A.I.S. Emilia Romagna da bere e da mangiare 2018/19

Romeo 2013= Menzione di eccellenza – Annuario dei migliori vini 2019 di Luca Maroni

 

Annunci