2-L’asta di Purosangue Arabi e di Purosangue inglese a Tunisi del 14-6: un successo!!!

Alto il livello di questa asta che può essere paragonata a pieno titolo a quelle europee.

di Gabriella Incisa di Camerana

Siamo a Sidi Thabet, a qualche chilometro da Tunisi, dove venerdì 14 giugno si sono dati appuntamento gli appassionati ed i professionisti della filiera equina.

In questo cortile ottocentesco della F.N.A.R.C., l’Istituto di Incremento Ippico tunisino, sono stati battuti all’asta i purosangue di 2 anni, maschi e femmine, di razza araba e inglese e l’eco del martelletto di legno sul battente ha risuonato, a ritmo serrato, per tutto il giorno.

Più di un centinaio i soggetti in vendita, di cui molti purtroppo quelli ritirati, segno di un mercato che è in crisi in un Paese che incontra diverse difficoltà, non ultime quelle di una dirigenza amministrativa e politica che non sa o non vuole cogliere l’importanza del CAVALLO non solo come ippica ma anche sport, risorsa agricola e turismo durevole.

2.JPG

L’assenza dei responsabili dei Ministeri preposti alla gestione equestre, nello specifico quello dell’Agricoltura che si occupa della parte allevatoriale, delle Finanze che ha in carico il settore delle scommesse e quello dello Sport per le gare di endurance e salto ostacoli, è stata notata e ampiamente criticata.

4.jpg

In compenso, ci sono stati diversi best price da cui risulta evidente che la scelta dei compratori è andata verso i soggetti femminili, con cui non solo correre e vincere ma anche darne un seguito e produrre.

3.JPG

Sopratutto la linea francese di Dormane è prevalsa rispetto alla discendenza da stalloni tunisini : KOSSEM ZARZIS ( Dormane x Oojouba ) una femmina baia che è stata venduta a 90.000 dinari, KHOLLA ( Mousoul x Redha) femmina grigia a 80.000 dinari, KASBANA (Dormane x Thabta) femmina saura a 70.000 dinari e KIKI AL BADR (Tidjam Lotois x Aarous al Badr) maschio sauro a 65.000 dinari.

Ricordiamo che il dinaro tunisino, moneta non convertibile, è cambiato a 3.5 circa rispetto all’euro e quindi di fatto molti di questi puledri erano ad un prezzo più che conveniente per dei compratori stranieri.

#Dormane, un baio classe 1984, figlio di Manganate e Mandore (Grabiec) ha un eccelllente palmares. Vincente al Premio Ourour a Dax, al du Porge di Bordeaux, al Criterium dei 3 anni a Tarbes, al France Arabe Course di Tolosa, alla Coppa dei PSA a Evry, al Dubaï Stakes  a Kepton Park in Sudafrica, per citarne solo alcuni.

Ma è anche padre di campioni del calibro di Darike (1991), Passem Lotois (1990), Chndaka (1990), Dorwan Du Cayrou (1991), Chaikh Man (1990), Magic De Piboul (1996), Chamade De Ghazal (2007) e Kiss De Ghazal (2007).

L’animazione della giornata, inusuale e frizzante ma che ha saputo coinvolgere un pubblico giovane, è stata curata dalla #EQUINA, società di prodotti per cavalli, che ha firmato un accordo sia con la F.N.A.R.C., l’Istituto di Incremento Ippico tunisino, sia con la Società delle Corse di Kassar Saïd. Una partnership volta a promuovere il settore ippico grazie ad una dirigenza manageriale che ha saputo combinare l’effetto sinergico dei professionisti del settore equino con la ricerca qualitativa dei suoi laboratori.

All’occasione del Grand Premio Presidente della Repubblica e del Gran Premio della Rivoluzione e della Gioventù, Equina aveva offerto un tappeto di fiori con 730 rose: una rosa per ringraziare la squadra vincente (cavallo, proprietario, allenatore, allevatore e fantino) per ogni giorno di lavoro durante i due anni di preparazione e allenamento che hanno portato sul podio quei campioni nella giornata più importante di tutto il calendario delle corse tunisine.

5.jpg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.